Elementi di scelta tra WordPress.com e WordPress.org

blue-sWordPress è un’applicazione libera (licenza GPL): installata su server Web rende disponibile al suo amministratore una piattaforma dedicata al blogging i cui contenuti vengono gestiti tramite un navigatore.

WordPress.com fornisce un servizio di hosting gratuito

Si registra un account compilando un modulo online in cui vanno scritti:

  • nome utente deciso dal registrante; il blog verrà aperto all’indirizzo nomeutente.wordpress.com
  • Una password stabilita anche in questo caso da chi si iscrive che è responsabile della sua riservatezza.
  • Un indirizzo email valido che viene verificato dal sistema con l’invio di un messaggio recante il collegamento per attivare il blog.

E’ facile ed immediato si ottiene un blog per sempre con 3GB di spazio per memorizzare file. L’aggiornamento del programma alle versioni successive è a cura di WordPress.com; attualmente l’amministratore può contare su un vasto spettro di funzionalità testate che aumentano regolarmente e su dozzine di gradevoli temi per cambiare l’aspetto grafico del blog. Il servizio viene finanziato grazie a sporadici annunci AdSense visibili alla fine degli articoli.

I seguenti aggiornamenti sono invece a pagamento:

  • accesso ai fogli di stile dei temi
  • domino tipo: nomescelto.com
  • utenti illimitati nei blog protetti
  • spazio ulteriore
  • niente pubblicità
  • VideoPress

WordPress.org è il portale ufficiale degli sviluppatori del programma

Chi ha bisogno di una maggiore autonomia può scaricare gratuitamente il software da WordPress.org che andrà installato su un server Web dotato di tre requisiti minimi:

  • supporto PHP 4.3 o superiore
  • database MySQL 4 o superiore
  • spazio necessario

il tutto si può acquistare assieme ad un dominio di secondo livello a partire da poche decine di euro all’anno. In questo caso diversamente dell’opzione precedente l’aggiornamento del software è a carico dell’amministratore – che viene agevolato da una procedura automatizzata – inoltre è libero di modificare il codice sorgente e di caricare temi e componenti aggiuntivi – che espandono le funzionalità di base – per una piú avanzata personalizzazione del proprio blog.

Annunci